Ingredienti

  • 3 folaghe
  • 320 gr di riso carnaroli del Delta del Po IGP
  • 1 spicchio d’ aglio
  • sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla per la marinata
  • ½ cipolla per il soffritto
  • vino bianco
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • olio extra di oliva
  • burro
  • prezzemolo fresco tritato
  • sale e pepe

 

Preparazione

Spennare le folaghe, fiammeggiatele per levare i residui di penne, tagliatele a pezzi e fatele macerare per 12 ore in acqua e vino in parti uguali, assieme a sedano, carota e cipolle tagliate a pezzettoni. Trascorso questo tempo lavate bene le folaghe, tagliatene una a pezzi e usatela per preparare il brodo, versandola in una pentola con carota, cipolla e sedano tagliati a tocchetti, coprite a mezzo coperchio e lasciate andare a fiamma bassa per due orette. Tagliare a pezzi anche il resto della selvaggina, e soffriggerla in un soffritto di cipolla aglio e olio, aggiustando di sale e pepe e sfumando con vino bianco.

Dopo circa un’ora a fuoco basso a mezzo coperchio, disossarle, e tagliuzzare tutta la polpa con la mezzaluna.

Fare soffriggere la polpa nel fondo di cottura, aggiungendo vino rosso. Farlo evaporare bena alzando la fiamma.

Versare il riso nel ragù ottenuto, portarlo a cottura aggiungendo poco brodo per volta, aggiustare di sale e pepe. Mantecare con una noce di burro e servire con una spolverata di prezzemolo fresco.