Come pulire il forno con prodotti naturali
Arrosto, torta, pasta al forno, pane, pizza, crostate, biscotti… il forno di casa è in grado di sfornare ogni leccornia ci venga in mente di preparare, ma un po’ tutte le preparazioni, con il passare del tempo, tendono a sporcare il forno. Succhi, oli e fumi, creano delle incrostazioni che, se non vengono pulite come si deve, finiranno col rovinare i risultati successivi, oltre che danneggiare il forno stesso.

Una buona abitudine è sicuramente quella di pulire il forno quotidianamente, dopo ogni utilizzo. Questo rende l’impresa della pulizia del forno molto più semplice e veloce. Il forno infatti è ancora caldo e i succhi caduti e i fumi emessi non hanno ancora creato delle incrostazioni dure e difficili da rimuovere. Procedendo tempestivamente tutto sarà più semplice, ma se non riuscite ad agire subito non preoccupatevi, anche in questo caso ci sarà rimedio!

E’ vero che la pulizia del forno non è un’operazione particolarmente piacevole, ma è pur vero che si tratta di una buona (anzi ottima) abitudine per mantenere in buono stato l’elettrodomestico e riceverne in cambio sempre il migliore funzionamento.

Che sia elettrico o a gas poco importa, la pulizia costante fa parte di una corretta manutenzione e se non avete la fortuna di avere un modernissimo forno con funzione autopulente (pirolisi), che grazie alle alte temperature riesce ad assolvere da solo all’ingrato compito della pulizia, è il caso di armarvi di detergente e olio di gomito per curarlo come necessario, almeno una volta alla settimana.

Come pulire il forno: i comuni detergenti
In commercio esistono numerosi prodotti e detergenti specifici per la pulizia del forno, sono comodi e pratici da utilizzare, ma ricordate sempre che sono prodotti chimici, quindi dopo averli utilizzati dovrete avere cura di risciacquare abbondantemente il forno (pareti, sportello e guarnizioni comprese) per evitare che le pietanze successive si impregnino degli odori e dei residui di detersivo.

A meno che non parliamo di un comune sgrassatore (efficiente solo se utilizzato appena finito di usare il forno), la maggior parte dei detergenti specifici richiede un riscaldamento del forno, che facilita la rimozione delle incrostazioni.

Come pulire il forno: i rimedi naturali della nonna
Le nonne hanno sempre tanto da insegnare alle nuove generazioni ed anche nel caso della pulizia del forno ne sanno una più del diavolo! La natura o quanto meno i prodotti che normalmente abbiamo a casa in dispensa possono esserci di grande aiuto nel nostro compito, permettendo di ottenere ottimi risultati, a costo bassissimo e con un enorme rispetto per la natura, che sicuramente ci ringrazierà.

Pulire il forno con acqua e limone
Il limone, un alimento che è facilmente disponibile in casa, è un grande alleato per la pulizia del forno, anche quando questo è molto incrostato. La maniera più efficiente per procedere è quella di riscaldare il forno ad una temperatura media, lasciando al suo interno una teglia dai bordi alti contenente acqua e il succo di tre limoni. Con il calore l’acqua evapora e con essa anche il succo del limone che, grazie alla sua naturale acidità, facilita l’ammorbidirsi delle incrostazioni. Dopo una mezz’ora potrete spegnere il forno e pulire tutte le superficie interne (compreso lo sportello e la guarnizione) con un panno che andrete ad inzuppare direttamente nel liquido ancora caldo.